Babilonia Teatri porta in scena “Padre nostro” al Rosaspina di Montescudo domenica 9, ore 18

Domenica 9 febbraio, alle ore 18, Teatro Rosaspina di Montescudo, la rassegna “Ma che aspettate a batterci le mani” (Oltremisura 2020 a cura de L’Attoscuro) prosegue con Padre nostro uno spettacolo della compagnia Babilonia Teatri, “formazione entrata con passo deciso nel panorama teatrale contemporaneo distinguendosi per un linguaggio che a più voci viene definito pop, rock, punk”.

Padre Nostro_ph_ECavallo

Per il coraggio dissacrante con il quale la compagnia ha indagato nel tempo le diverse angolazioni della vita di provincia, cristallizzandola nei loro spettacoli come microcosmo di un dolore universale, Babilonia Teatri ha ottenuto nel 2016 il prestigioso Leone d’Argento della Biennale di Venezia per “l’innovazione teatrale dei loro spettacoli che diventano strumento di sensibilizzazione rispetto alla complessità della nostra società”.

L’oggetto del nuovo lavoro è la figura del padre: sulla parola padre oggi si sta combattendo una battaglia. Il suo corpo è sporco di sangue. Attorno a lui tutti si affollano per redigere la prognosi e somministrare la cura.

Padre nostro è un padre con i suoi due figli. È ciò che li unisce e ciò che li allontana. È una resa dei conti che non ammette fine.

foto Eleonora Cavallo_5

In questo spettacolo ci si chiede quale sia la distanza tra il padre ideale e quello reale, quale eredità oggi il padre possa trasmettere, indipendentemente dal fatto che sia un padre di sangue o meno.

Dopo lo spettacolo la compagnia conversa con Laura Gemini, docente dell’Università di Urbino Carlo Bo e il pubblico presente. 

 

BABILONIA TEATRI

PADRE NOSTRO

di Enrico Castellani e Valeria Raimondi

con Maurizio Bercini, Olga Bercini, Zeno Bercini

direzione di scena Luca Scotton

musiche originali Lorenzo Scuda

foto Eleonora Cavallo

scene Babilonia Teatri

produzione Babilonia Teatri, La Corte Ospitale

coproduzione Operaestate Festival Veneto

***

Oltremisura è realizzato in collaborazione con Comune di Montescudo – Monte Colombo, Assessorato al Turismo e allo Spettacolo del Comune di Montescudo – Monte Colombo, Pro Loco di Montescudo; con il sostegno di Gruppo Hera, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini; in collaborazione con Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A.; con il Patrocinio di Provincia di Rimini, Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena  e Rimini.

L’Attoscuro e il Teatro Rosaspina fanno parte del Circuito Regionale Multidisciplinare ATER e promuovono La Valle dei Teatri – Rete Teatrale Valconca

***

Ingresso 12 euro, se non diversamente indicato.

Residenti nel Comune di Montescudo – Monte Colombo e possessori YoungERcard 7 euro.

www.lattoscuro.it    

FB Oltremisura Teatro Rosaspina Montescudo

Info e prenotazioni: 347.5838040; 347.5267727; 339.6512980  

info@lattoscuro.it

Teatro Rosaspina, Piazza del Municipio 1, Montescudo (Rimini)

***

In sala mostre espone Manuela Mapelli, illustratrice milanese (ma romagnola di adozione) con il progetto Colora le piazze, 12 poster per colorare le strade e le piazze su 12 temi attuali su cui riflettere contro razzismo, inquinamento e omofobia.