San Giovanni, torna la millenaria Fiera di Santa Lucia: il Borgo si accende per la festa dall’11 al 13 dicembre

La millenaria Fiera di Santa Lucia è pronta a tornare: dall’11 al 13 dicembre sarà possibile trovare, nelle vie del centro, tanti prodotti, dall’artigianato artistico alla gastronomia al tipico, dalle idee regalo agli addobbi e altri articoli natalizi per rinnovare l’antichissima tradizione.

Tantissimi gli appuntamenti, imperdibili, a cura delle associazioni e realtà marignanesi per un Natale davvero speciale.

La Fiera millenaria rinnova il suo invito

Santa Lucia è una fiera millenaria che rievoca le tradizioni legate al solstizio invernale, alla celebrazione della Santa patrona della vista e alla vocazione contadina del borgo di San Giovanni in Marignano, che si è da sempre distinto per la produzione di grano, olio e uva: non a caso il suo appellativo è “Granaio dei Malatesta” per le oltre 128 fosse granarie presenti nel sottosuolo e ancora oggi visibili in via XX Settembre.

Quest’anno si intende valorizzare la tipicità della tradizione marignanese e promuovere il valore dell’artigianato e del prodotto locale.

Luminarie accese a fine mese

Molte altre le proposte in programma per il Natale: a fine novembre il borgo sarà acceso e arricchito dalle luminarie e dalle installazioni natalizie, mentre a dicembre torna l’atteso concorso FantaNatale a cura dell’Associazione “Granaio dei Malatesta” e durante i giorni della Fiera sono programmati numerosi eventi culturali e musicali.

Gli Elfi di Babbo Natale

Per i più piccoli tornano in piazza anche gli Elfi di Babbo Natale dopo l’edizione digitale del 2020. E ancora, l’addobbo dell’albero, iniziative musicali, religiose e teatrali.

Il grano, elemento identitario per San Giovanni

“La proposta natalizia marignanese – spiegano dal Comune – fa perno sulla millenaria fiera, perché ritrova in essa gli elementi fondamentali del Natale: sapori, scenari e atmosfera di un tempo. Quest’anno abbiamo voluto recuperare un elemento che identifica San Giovanni, il grano come elemento identitario del Granaio dei Malatesta. Per questo la nostra Piazza sarà dedicata ai prodotti della tradizione, nonché alle materie prime per realizzarli: da farine a pane e lievitati. Abbiamo il desiderio di animare la nostra Piazza, ma anche di far respirare a tutti un’atmosfera familiare e autentica, per un Natale “artigianale”, creato a più mani con passione e professionalità, condivise e messe al servizio della Comunità, in modo che possano essere piacevolmente fruibili ed accessibili a tutti. Non mancherà la componente di animazione e spettacolo, grazie all’impegno e alla passione di tutte le realtà del territorio”.