San Clemente, lotta al dissesto idrogeologico con la collaborazione dei cittadini: “Indagine già avviata”

Comune e cittadini uniti nella lotta al dissesto idrogeologico: è in corso la campagna di rilevamento geognostico su alcune criticità. La campagna è propedeutica a successivi interventi in prevenzione, per un impegno economico complessivo di circa 600mila euro.

Verifiche avviate

L’Amministrazione di San Clemente ha avviato i lavori per le verifiche tecniche necessarie ad appurare alcune criticità presenti sul territorio sotto il profilo del dissesto idrogeologico (9 i siti più esposti).

Le indagini sono propedeutiche ai prossimi interventi di messa in sicurezza del territorio e della rete stradale.

Impegno per 600mila euro

“L’impegno economico – spiega la Sindaca Mirna Cecchini – è a dir poco notevole. Ee compare tra i più importanti mai decisi dall’ente locale negli ultimi anni. A conti fatti si quantifica nell’ordine dei 600mila euro totali per indagini, rilievi, interventi e opere resi disponibili attraverso un finanziamento dello Stato. In un’ottica voluta a unire l’aspetto informativo a quello più prettamente tecnico-operativo stiamo provvedendo a una serie d’incontri. Incontri, organizzati assieme ai nostri uffici, per illustrare ai proprietari dei terreni soggetti all’indagine come si procederà passo a passo e quali saranno le fasi successive al monitoraggio. L’intento è mantenere nel tempo uno stretto rapporto di collaborazione”.

Lotta al dissesto assieme ai cittadini

“Il territorio di San Clemente – ricorda l’Assessore ai Lavori Pubblici, Christian D’Andrea – è soggetto a dissesto idrogeologico e movimenti franosi – esistono alcune situazioni da approfondire, altre potenzialmente instabili, frane quiescenti da monitorare, dissesti attivi – dovuti alla sua natura geologica e geomorfologica, in un contesto in gran parte collinare.

Programmazione dei cantieri

Attraverso l’adozione di questa puntuale attività conoscitiva, che non può prescindere dalla fattiva disponibilità dei cittadini in virtù dell’estensione della ricerca – saremo in grado d’impostare tutte le successive condizioni progettuali arrivando a definire con altrettanta precisione la programmazione dei cantieri”.