In evidenza

Coronavirus, partita la prima fase dello screening sierologico gratuito nelle scuole superiori a Morciano

Covid-19Covid-19

Partita la prima fase dello screening sierologico, gratuito e volontario, dedicato agli studenti dell’istituto superiore ‘Gobetti – De Gasperi’ di Morciano di Romagna. 

Le classi individuate per il campionamento (1^R, 4^A, 5^A, 5^H, 5^J e 5^LM) nella giornata di ieri, oggi (e successivamente in quella di giovedì), si sono recate alla Casa di Cura ‘Montanari’, accompagnate dal personale docente, per sottoporsi ai test sierologici contro il Covid-19. 

L’iniziativa riguarda solamente gli studenti che hanno dato il loro consenso. La prossima settimana si procederà con un ulteriore campionamento che coinvolgerà altre classi. 

Scopo dell’iniziativa, frutto di una proposta condivisa da Comune e istituto superiore, è quello d’individuare, sin dall’origine, ogni possibilità di diffusione del virus.

Sono circa 1.000 gli studenti che, da ogni parte della provincia, dalle Marche e della Repubblica di San Marino, frequentano quotidianamente le scuole superiori morcianesi.

La volontà del Comune è quella di rivolgersi a questa particolare fascia della popolazione affinché tramite i test sierologici si possa verificare il grado di circolazione del virus ed eventualmente, a seguito di tamponi post screening, individuare i cosiddetti asintomatici. 

Il progetto prevede che mensilmente almeno 100 ragazzi (saranno circa 300 nel mese di ottobre) presi a campione sulla base della disponibilità espressa da loro stessi oppure dai loro genitori, possano recarsi, accompagnati dal personale della scuola, alla Clinica Montanari per effettuare la prova sierologica pungidito.