San Clemente, la rete d’illuminazione pubblica passa alla tecnologia led: moderna, efficiente, ecocompatibile

Nuove luci si accendono a San Clemente. La rete d’illuminazione pubblica punta ora sulla tecnologia led: moderna, efficiente, ecocompatibile. Significativo ‘benefit energetico’ per il Comune che risparmierà oltre 400mila euro.

Partita la fase d’installazione

È entrato nella fase operativa – i primi segni sono già ben visibili lungo la rete stradale – il piano degli interventi che porterà, da qui a pochi mesi, alla completa installazione dei nuovi corpi illuminanti sulla rete pubblica di San Clemente.

Sostituiti 2.000 punti-luce

I lavori concentrati sulla sostituzione delle vecchie lampade con luci a led, tecnologia che oltre ad avere una migliore compatibilità sotto il profilo ambientale garantisce un’alta performance luminosa e una maggiore durabilità nel tempo, riguarderanno circa 2.000 punti-luce disseminati sull’intero territorio con azioni d’ammodernamento previste altresì nei parchi cittadini.

Risparmio per oltre 400mila euro

Numeri alla mano, i consumi in bolletta per l’Ente Locale si ridurranno in modo considerevole: il risparmio è stimato nell’ordine dei 30mila euro l’anno che moltiplicati per i 14 anni anni previsti dal Project financing, consentiranno di poter amministrare un significativo ‘benefit energetico’ pari a oltre 400mila euro complessivi. 

Comune proprietario della nuova rete

Una volta concluso l’efficientamento e il totale svecchiamento dell’impiantistica, il Comune, che ne rimarrà proprietario, potrà disporre di un sistema all’avanguardia, concepito e messo in esercizio nel pieno rispetto delle più rigorose normative in tema di sicurezza. 

L’impegno economico affrontato dall’amministrazione sanclementese si compone di più voci: tra cui la somministrazione dell’energia elettrica in senso stretto, la manutenzione ordinaria indispensabile a mantenere la perfetta funzionalità delle rete, alcuni servizi digitali e, infine, la climatizzazione (caldo/freddo) della residenza municipale in Piazza Mazzini.